Liquida
lemanineicapelli | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

 
lemanineicapelli 
QUANDO LO SCETTICISMO SI TRADUCE IN UN SEMPLICE GESTO.
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Voglio Scendere
Studi e Proiezioni
Palestina Libera!
Orizzonti Nuovi
Cinema
Cinema
I Governi Italiani
Massimo Donadi
Blog di Beppe Grillo
L'Espresso
La Repubblica
Paul Ginsborg
2più2uguale5
Libero Fischio
Dagospia
Disinformazione
Informazio Corretta
Bluewitch
  cerca


 

diario | La Panchina Della Domenica | Domandare è Lecito | Cultura e dintorni | Pensieri Disagiati | Società in versi | Il Grande Cinema | Foreign Affairs | La Voce del Popolo | L'Angolo degli Esclusi | Dove osano le Mafie | Lettere dall'Italia | Scrittori senza gloria |
 
Diario
1visite.

18 gennaio 2015

F.B.I. e truffe on line

 

Il CYBER CRIME , fenomeno  che si basa sull'abuso informatico sta colpendo molti noi internauti e internaute sia per questioni commerciali ma anche per aspetti emozionali che fanno leva sui sentimenti   . Facciamo molta attenzione perchè è difficile perseguire coloro che ci truffano. Per questo , molti governi ed agenzie non governative investono risorse nello spionaggio, nella truffa e in altri crimini transnazionali che coinvolgono interessi economici e politici. 

E in Italia come funziona? Sembra che scarseggino risorse ... Non ho notizie di risarcimenti precisi,  mentre in Francia, in Belgio e in America esistono strutture e organizzazioni che tutelano le vittime del crimine informatico.

Si dà notizia, infatti, di un recente successo di risarcimento danni che è avvenuto  grazie all'intervento del  F.B.I.   , Federal Bureau of Investigation.

Le ultime vittorie sono legate alle americane  Margaret Sanders e  Jolanta Kasza,  che avendo denunciato le loro truffe   all'   sono riuscite ad ottenere $2000 la prima e  $ 23,886 la seconda.  Entrambe erano cadute nel  "romance sam" o "love scam",  un tipo di cyber -crime di natura sentimentale e amoroso ,  fenomeno che ha mietuto migliaia e migliaia di vittime anche in Europa , in particolare in Francia e nei paesi francofoni. Me ne sto occupando,  in questo periodo, essendone caduta  io stessa nella "rete"informatica. E così  sto notando che il problema  si sta allargando a macchia d'olio anche  in Italia,  complice anche la sottostima che gli organismi competenti dedicano ad esso.  E' vero, le denunce sono scarse ma occorre tener presente che  la maggior parte delle vittime  stenta a rendere visibile  ciò forse perchè subdora ritorsioni ,e teme la derisione pubblica, dei famigliari e degli amici  che  ci bollano  come  "creduloni" o "persone deboli".

Teniano inoltre conto che  la  difesa sociale internazionale è impegnata nell'individuare e denunciare tali attori di truffe cyber crime alla Corte Internazionale dell'Aja . Nonostante ciò,  in Italia si prende abbastanza sottogamba l'argomento, anche per le leggi esistenti.

Non giova , poi,   che la polizia informatica abbia carenze di organico e  che gli abbiano messo in opera dei veri tagli finanziari governativi . Non sono , inoltre, da sottovalutare i rapporti internazionali fra le varie polizie che sono carenti e difficoltosi.  Sicchè i truffatori e le truffatrici della rete hanno buon gioco, soprattutto se sono coinvolti i  paesi africani, medio orientali dove , per esempio in Africa, la polizia locale non collabora oppure pare sia corrotta.

Che fare dunque? La cosa migliore è far emergere che il cyber crime è  assai diffuso ma ancora misconosciuto a tanti.

 

 

CVCP  Comitato Vittime Cybercrime Piemonte

18 gennaio 2014

18 gennaio 2015

E' nato il CVCP Comitato Vittime Cybercrime Piemonte

·     Ci sono truffe così evidenti, così naif  e così mal architettate, che nel momentostesso in cui vengono sventate andrebbero subito denunciati coloro che ci sonocaduti dentro. Eppure ci sono caduta anche io che mi credevoassai furba.  Ilfatto è che alcune volte si è in uno stato di fragilità emotiva  oppure di ignoranza informatica  dove è possibile tutto. La truffa di cui stoparlando è il cyber crime "arnacoeurs love"   nella quale giovani o meno giovani     b r o t e u r s     "incantano" donne e uomini incarenza affettiva  per trarne vantaggieconomici. La piaga della solitudine miete molte più vittime di quanto non sipensi e non c'è da escludere che molte vittime arrivino a dei gesti estremi(vedi articoli francesi , belgi ecc)

·     Le problematiche sono complesse ma assai sconosciute. Per questo ,dopo aver consultato ed informato la Polizia Postale di Torino, alcune, vittimedel cyber crime, han  dato vita  a un     g r u p p o     d i     l a v o r o      aperto   rivolgendosi  all'Assessorato della Regione Piemonte  (Cooperazionedecentrata internazionale, Pari opportunità, Diritti civili,  Difesa dei Consumatori , Immigrazione,  Politiche giovanili ecc.)

·      

C h i       sono le vittime?

 vengono prese  di mira le persone  con fragilità emotiva , tipo:

1.    overanta , soprattutto donne , oppure ragazzigiovani

2.    persone con disabilità sensoriale visiva e altredisabilità in generale

3.    omosessuali

4 -    personedall'animo tenero inclini ad aiutare il prossimo

 

O b i e t t i v i

1.    contrastare il fenomeno, cercando di abbatterloanche per evitare emulazioni

2.    emancipare gli internauti rendendoli consapevoli delle insidie esistenti

3.    costruire un VADEMECUM per salvaguardarsi dalletruffe

4.    costruire una rete europea e mondiale per raccordareil problema

5.    evitare duplicazioni

6.    diffondere le notizie

 

 

Cosa manca inItalia?

1.    una adeguata conoscenza e preparazione  perviaggiare liberamente in Internet soprattutto alle persone overanta  o operai e persone che non hanno seguito corsi aziendali o scolastici su internet e sull'informatica , computerper lavoro

2.    siti e conoscenza correlate al fenomeno delletruffe , siti correlati alla vulnerabilità di alcune fette di popolazione(disabilità, in particolare visiva e/o tutte quellle persone emarginatesocialmente, persone a rischio ecc).

3.    - la possibilità nell'utilizzo del sonoro inalcuni siti che non hanno ancora il bottone  per udire la composizione alfanumerica , identificativo inviato  dal sito per verificarne l'autenticità dellapersona e per inserire la password. Non tutti sono in grado di leggerequell'immagine. 

4.    la possibilità di prendere informazioni self service e, dunque, manca unanormativa adeguata

5.    - informazioni sulla nuova possibilità offerta da Google  "DIRITTO All 'OBLIO " correlata aduna delle ultime sentenze della Corte di Giustizia Europea   , vedere  https://www.google.com/advisorycouncil/               https://www.facebook.com/notes/jolanda-bonino/diritto-alloblio-su-internet/781035071927673

6.    - mancanza di leggi adeguate per tutelare le egli internauti in considerazione del fatto che - la legge 193 sullaprivacy   mette tutta una serie dibarriere per poter accedere a tante informazioni. Le leggi sono tutte a favoredi coloro che praticano le truffe. - la polizia non accetta le denunce se lreato non è consumato

 

 

Azioni e Strumentida suggerire e  richiedere

1.    verificare se il problema è esteso oppure se èappena iniziato con l'utilizzo dei social networks per avere  feed back e/o informazioni di ritorno

2.    cercare informazioni per la costruzione di unarete europea e mondiale sul web iniziando a prendere contatti con AVEN Europe ealtre organizzazioni europee

3.    cercare risorse economiche, umane e strutturali

4.    attivare finanziamenti europei

5.    predisporre conferenze, dibattiti, discussioniper far parlare della questione

6.    improntare piccoli corsi on linesull'informatica

 

 

 

 

CVCP  Comitato VittimeCybercrime Piemonte

18 gennaio 2014

18 gennaio 2015

L'Italia sottovaluta le truffe su Facebook e sulla rete ?

Anarcoeurs,  romancecam, love scam , broteurs  sono terminidelle  truffe on line

L' “escroquerie sul web” è divenuto così preoccupante darendere indispensabile la  lotta allacyber-criminalità. Il fenomeno è  inforte incremento, soprattutto su Facebook , dove circa 990 milioni  di persone utilizzano il network per scambiamicali e affettivi, ma anche per opportunità di  lavoro. Qui le persone che truffano  vi hanno trovato un rigoglioso terreno dicaccia mondiale perchè internet è mal controllato (soprattutto in Africa). Ifrancesi , che per primi hanno avuto l’assaggio a dosi massicce di questofenomeno,  hanno  battezzato come “  brouteurs " (in italiano : erbivori)questi truffatori in quanto mietono al pascolo le loro vittime, nascondendosinegli anfratti del web. Il loro “lavoro” assai redditizio, si serve , appunto,della debolezza, del buon cuore e della solitudine di molte personeoccidentali.  Questa  tipologia di truffa viene denominata indiversi modi: truffa alla Nigeriana (perchè è da lì che è partita), oppureromance cam, escroquerie-love ecc..

Altre truffe nascono, invece, mediante  i siti   di vendita on line oppure attraverso l'utilizzo della posta elettronica,dove messaggi speditici  a raffica mettonoin evidenza:

- la richiesta di un modesto prestito da parte di unnostro ex compagno di scuola o ex collega di lavoro o amico amica (con tanto dinome e cognome ) che al momento si trova in gravissime difficoltà in qualchepaese straniero e  si trova  all'ambasciata xy per passaporto rubato

vincita alla lotteria Microsoft Windows o altro. Si indicadi cliccare su un sito speciale per ottenere informazioni

-eredità da parte di un nostro parente straniero , dellaquale noi non ne siamo ancora a conoscenza. Si cita di mettersi in  contatto con il notaio yy

Questi sono solo alcuni esempi e all’apparenza, i raggirimessi in opera,  appaiono a chi non haavuto esperienze simili, truffe naif così evidenti, tali da non credere sipossano seriamente consumare, anzi si ritiene addirittura  che nel momento stesso in cui vengono sventati,andrebbero subito denunciati coloro che ci sono caduti dentro (come lasottoscritta). E invece non è così, sono truffe abilmente congegniate edarchitettate da veri professionisti, dove dietro alle foto “rubate” di  attraenti cinquantenni e giovani donnelascive si nascondono individui qualificati e venali in grado di abusare dicolui o colei che ha aperto loro il cuore e il portafogli. Si tratta di  vere bande o più organizzazioni criminali da far supporre che dietro ci siaaddirittura una industria della truffa con corsi di formazione ad hoc,addestramento sul campo, costruzione di documenti falsi  ecc ecc. che colpisce  sovente le persone di animo buono, inclini ad aiutare il prossimo.

 

CVCP  Comitato VittimeCybercrime Piemonte

18 gennaio 2014

sfoglia
novembre        febbraio