Liquida
lemanineicapelli | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

 
lemanineicapelli 
QUANDO LO SCETTICISMO SI TRADUCE IN UN SEMPLICE GESTO.
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Voglio Scendere
Studi e Proiezioni
Palestina Libera!
Orizzonti Nuovi
Cinema
Cinema
I Governi Italiani
Massimo Donadi
Blog di Beppe Grillo
L'Espresso
La Repubblica
Paul Ginsborg
2più2uguale5
Libero Fischio
Dagospia
Disinformazione
Informazio Corretta
Bluewitch
  cerca


 

diario | La Panchina Della Domenica | Domandare è Lecito | Cultura e dintorni | Pensieri Disagiati | Società in versi | Il Grande Cinema | Foreign Affairs | La Voce del Popolo | L'Angolo degli Esclusi | Dove osano le Mafie | Lettere dall'Italia | Scrittori senza gloria |
 
Diario
1visite.

30 novembre 2014

AMIANTO già se ne conosceva la nocività nel primo Noveento

VERGOGNA, VERGOGNA, :  la sentenza mi ha fatto  imbufalire e inorridire. Sono inazzata e indiganta :  li hanno UCCISI  DUE  VOLTE  !!!!

Bastardi,bastardi, bastardi  ..... lo sapevano, LORO,i potenti lo sapevano che l'amianto portava alla morte.. Ma i soldi hanno sempre la prevalenza su tutto, anche sulla SALUTE !!!!

Basta un sospiro, un respiro profondo e una microfibra sfonda la barriera di filtri del naso, scivola nell’esofago e si apre la strada verso i polmoni. Poi passano venti, trenta o molti più anni e ti trovi il mesotelioma  che inevitabilmente  ti porta ala morte.  

         Antonio BERRINO, fratello del famoso oncologo di MILANO e nostro ex collega G.F.T. mi aveva "aperto" gliocchi su questo argomento, un paio di decenni prima della sua morte che avvenne  proprio a causa dell'esposizione all'amianto a BALANGERO dove aveva vissuto conla sua famiglia d'origine

         Ecco perchè feci delle ricerche negli anni passati sull'argomento e trovai stralci di giornali e documenti  che indicavano che la notizia era nota già nei  primi decenni nel '900. Parte della documentazione è ora presente nel mio  archivio personale donato all'Istituto Gramsci di Torino.

 

JolandaBonino

ex RLS (Rappresentante dei lavoratori e lavoratrici per la sicurezza e la salute nei luoghi di lavoro)

Torino,  23 novembre 2014 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. amianto eternit berrino balangero

permalink | inviato da elettrarossa il 30/11/2014 alle 19:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

30 novembre 2014

GIUSTIZIA SFATTA per MALALEGGE E MALAGIUSTIZIA

Un paio di settimane fa abbiamo assistito a due TREMENDE VERGOGNE: la sentenza sulla Eternit e quella su Storace. Per entrambi lo scandalo non sta nella sentenza visto che  i termini di  prescrizione  sono fissati per legge

Caso Eternit:

In questo caso , i tempi di prescrizione per determinati reati sono inconcepibili, inammissibili (malalegge) ed è allucinante  che questi reati non riescano ad andare a sentenza nei tempi previsti (malagiustizia).

Caso Storace:
Il reato di vilipendio al capo dello stato è previsto per legge. La cosa inaccettabile è che la legge preveda il reato di opinione (malalegge) e nel fatto che tale reato è perseguito abcazzum, vale a dire è ignorato nei confronti di molti e punito nei confronti di uno (malagiustizia).

Alcune riflessioni:

-si potrebbe anche affermare che  non è  colpa della legge, ma di chi la applica perchè se si vuole non si prescrive  nulla .. e se  loro vogliono..  ti perseguono a dovere.

-dover prendere posizione nei confronti di Storace non è il massimo della goduria, ma meglio difendere un gaglioffo oggi, che dover difendere tanti galantuomini e gentildonne domani).

 

JolandaBonino

ex RLS (Rappresentante dei lavoratori e lavoratrici per la sicurezza e la salutenei luoghi di lavoro

Torino,  23 novembre 2014

 

 

 

 

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. legge giustizia amianto storace eternit

permalink | inviato da elettrarossa il 30/11/2014 alle 19:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

30 novembre 2014

GLI ELENCHI DELL'ARCHIVIO STORICO GRUPPO FINANZIARIO TESSILE - fruibilità

MEMORIE DISPERSE  e MEMORIE SALVATE era il titolo del convegno ARDP del  25 maggio 2007  a cui partecipai  per presentare l'ARCHIVIO STORICO DEL GFT ,che  è un patrimonio collettivo salvato, ma che non poteva essere consultato perchè il progetto non era stato completato . 

   Gli elenchi dell'ARCHIVIO STORICO GRUPPO FINANZIARIO TESSILE sono stati, in effetti, consegnati frettolosamente senza poter essere redatti in forma appropriata. Mancò la fase finale del progetto , vale a dire l'informatizzazione e la mia  grafia risultò essere poco ottimale alla lettura.    La difficile comprensione era dovuta soprattutto ai numerosi appunti e rimandi, in conseguenza  dei sette traslochi subiti dall'Archivio Storico GFT nelle diverse sedi assegnate all'interno dell’azienda, che ne modificarono le varie numerazioni.  La loro  revisione e sistematizzazione definitiva è stata FINALMENTE informatizzata dalle archiviste Giulia Caccia e Sara Micheletta .

   Ora  -novembre 2014 -  l'Archivio Storico è finalmente accessibile.   In merito alla fruibilità dello stesso  sono molto felice che l'Archivio di Stato abbia optato per mettere  a disposizione della collettività (dei giorni nostri)questa  preziosa documentazione, previa integrazione dell’apparato di consultazione,  invee di aspettare tempi futuri.

Ricordo che avevo posto ilquesito  "flessibilità o rigidità" poichè , se da un lato, qualcuno  riteneva che i confini della trasmissione della documentazione alle generazioni future  dovevano essere rigidi, dall'altro , c'era chi ne era contrario.

   In altri  termini, se i confini sono fluidi e dinamici  potranno essere rivisti e modellati nelle varie  fasi che scandiranno la storia.  Ne consegue che, se da un lato la completa salvaguardia e custodia del materiale accuratamente conservato è una sicura garanzia per gli studiosi delle generazioni future, dall'altro  non rendere possibile,per ovvie ragioni, la sua fruizione attuale può essere un grande limite per lo studio di una vicenda ormai  conclusa. 

   Ora che l'archivio  è disponibile,  può raccontare momenti e fatti di una storia  poco conosciuta ,una storia industriale ancora non considerata,  una storia di persone,  di famiglie e di donne - che erano l''80% delle  maestranze-   assai significativa e creativa.  E’ una storia che fa restare di stucco se si pensa come il destino del GFT abbia contribuito ad influenzare il contrasto fra l'affermazione dei diritti sociali e sindacali dell’ Occidente e la negazione di questi diritti in Cina, India e in altri paesi (dove il GFT costruì diversi stabilimenti ),che, anche per questo sono diventati concorrenziali e leader nel mondo.  

   Ora l'Archivio Storico GFT è l’unica struttura esistente in Piemonte in grado di far ripercorrere con una profondità storica sia una cultura industriale dissimile da quella che si è espressa nel ciclo dell’auto  e metallurgico, sia una cultura del lavoro che dette visibilità a molti lavori femminili, manuali e intellettuali    e   che costruì e anticipò molte strategie e politiche sindacali non solo a favore delle donne, ma dell’intero movimento operaio e sindacale, mettendo in luce le contraddizioni della globalizzazione, della delocalizzazione e del rapporto donne-uomini..

Vedi anche

·     GFT Museo Torino Italy  -   ttp://www.museotorino.it/view/s/ab9b45a924d0422b8e7d56c1ef28b637

·     GFT nell'enciclopedia TRECCANI     http://www.treccani.it/enciclopedia/gruppo-finanziario-tessile/  

·     Archivio di Stato     http://archiviodistatotorino.beniculturali.it/work/entedett.php?eid=1

·     L'archivio del Gruppo GFT http://www.archiviodonnepiemonte.it/?page_id=49

 

 

Joanda Bonino - ArchivioStorico GruppoFinanziario Tessile e ARDP (Archivio delle Donne in Piemonte)

Torino, 20 novembre 2014

30 novembre 2014

ARHIVIO STORICO GFT GRUPPO FINANZIARIO TESSILE - la storia ed i criteri d'archivio

      A partire dal 1986 decidemmo di affrontare la frammentarietà e la dispersione degli archivi  aziendali del  Gruppo G.F.T. Spa (colosso dell'abbigliamento famoso in tutto il mondo) e avviammo un progetto di censimento, salvaguardia e sistemazione dei materiali custoditi nei suoi molteplici depositi aziendali.  Partecipai direttamente e attivamente all'opera , sin dall'inizio  fino  alla sua conclusione  che fu nel  1994 ,  quando la proprietà passò alla HDP, (GEMINA, MEDIOBANCA).

      HDP holding finanziaria  aveva ben  altri interessi,  assai distanti dalla storia collettiva e così rinunciò alla conservazione della memoria. La brusca interruzione del progetto comportò, oltre al mancato completamento della prevista stesura definitiva degli elenchi, anche il mio allontanamento dal progetto, con l’affidamento di altre mansioni all'interno dell’azienda stessa.

      Prima di questo evento, mi dedicai al salvataggio della molta documentazione rimasta, che sarebbe andata dispersa, o,  peggio ancora,  distrutta, inventariando e inscatolando velocemente più materiale possibile. Nel  contempo  cercai aiuti e suggerimenti  per poter proseguire  il progetto  e mi rivolsi a numerose Associazioni, Enti , Fondazioni e Sindacati ma nessuno riuscì a modificare la situazione. Tentai allora una vertenza  individuale sindacale e legale attraverso la Magistratura del Lavoro a tutti i livelli, compreso la Cassazione) ma neanche questa via non servì allo scopo.

      Fu così che, in vista di una ennesima ristrutturazione e per impedire eventuali rischi di sovrapposizione della memoria storica delle due istituzioni  G.F.T. e H.D.P.,  che andranno a succedersi l'una all'altra,  si decise di trasferire un po'alla volta l’Archivio del GFT presso l’Archivio di Stato di Torino, avvalendosi del DPR 1409 del 30 settembre 1963.  

      Tale Archivio Aveva una consistenza di oltre 1000 mt. lineari e l'avevo suddiviso in tre filoni principali:

1.    GESTIONE AZIENDALE

2.    PUBBLICITÀ e COMUNICAZIONE ,

3.    PRODOTTO 

I  Fondi Archivistici  ( più di 250) erano,  a loro volta ,  suddivisi inserzioni e raggruppavano circa 6800/7000 unità ( scatole, buste, registri e faldoni di documentazione cartacea,  gestionale, materiale pubblicitario e iconografico, stampati, brochures , manifesti, riviste, fotografie, filmati e video).  Vi è pure una significativa raccolta riferita al PRODOTTO TESSILE   con campionari e cartelle  tessuti, schede di lavorazione e disegni di figurini di molte collezioni.

      Il  Comitato Scientifico, presieduto da Marco Rivetti, era composto da Anna Martina, Roberto Balma, Giancarlo Sivornino e dalla  sottoscritta per il G.F.T., mentre  lo storico d'impresa Giuseppe Berta (docente  di storia economica  Università Bocconi di Milano ) insieme a  Elsa Golzio Aimone (docente di moda e costume) e Grazietta Butazzi   (storica del costume)  erano consulenti esterni.

      I criteri  che adottai per la raccolta, selezione e scarto dei materiali eccedenti furono un mix fra esigenze aziendali (funzionali al collegamento tra archivio storico e archivio corrente)e  criteri pubblici, dal momento che sin dall'inizio era molto chiaro che l’Archivio sarebbe diventato un bene pubblico. Tali criteri sono poi stati rivisti ed adattati man mano che si presentavano problemi di conservazione e fruibilità dei documenti.

Alla rigidità selettiva dello scarto ho preferito conservare in eccesso piuttosto che distruggere materiale; ad esempio si è deciso di tenere, ove possibile,   tre copie dello stesso soggetto per stampati e manifesti in modo da preservare la copia d’archivio, nel caso di prestiti per pubblicazioni,esposizioni e mostre.

Per lo studio dei criteri  e la vicenda storia dell'Archivio Storico GFT cfr.  anche :

a  - il materiale prodotto per le cause legali nei tre livelli giudiziari

1°   -  BONINO Jolanda ,assistita da avvocata Maria BRAGGION   (Torino) 

contro      GFT Spa , assistito da Avvocata  Maria Grazia SUCCI e avv. Maurizio DE LAFOREST

10-04-1997-  PRETURA CIRCONDARIALE di Torino-sezione Lavoro  - Pretora CLOTILDE FIERRO -sentenza 2602 del  25-297 depositata il 10-4-1997- Torino - causa n. 3783/96 RGL

2°  - GFT contro BONINO Jolanda -  Tribunale di Torino Sezione Lavoro      19 giugno 1997 Torino - 732/97  81/82 RGL (avv.ti Maria Braggion e Maurizio De La Forest) sentenza  n. 3962 del 17-08-1999 RG 732/97

3° - BONINO Jolanda (avv. Roberto Muggia)  contro GFT(avv.to Rinaldo Geremia) CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE  - sentenza n. 7364/01 RN 22218/99 Cron 17017Ud. 02/04/01

b -  alcune mie pubblicazioni su GFT e la sua storia:

·     L'archivio Storico del Gruppo GFT  Spa di Torino in ARCHIVI E IMPRESE n. 16 FONDAZIONE ASSI  Storia e Studi sull'impresa,  IL MULINO Anno VIII, Bologna,dicembre 997

·     GFT Isola felice? in LA REPUBBLICA, Rubrica Lettere, Torino,25-07-1990

·     Il caso GFT in Quaderni del Lavoro n. 2, La Consigliera di Parità Provinciale, Torino 2004

·     Carmen Casapieri, frammenti di vita, Profilo di una sindacalista di frontiera . ed.  Lupieri Editore,  , novembre 2005 -Torino

 

 

Joanda Bonino   Archivio Storico GFT Gruppo Finanziario Tessil

ARDP (Archiviodelle Donne in Piemonte)

Torino, 20novembre 2014

30 novembre 2014

ARHIVIO STORICO GRUPPO FINANZIARIO TESSILE - la storia ed i criteri d'archivio

      A partire dal 1986 decidemmo di affrontare la frammentarietà e la dispersione degli archivi  aziendali del  Gruppo G.F.T. Spa (colosso dell'abbigliamento famoso in tutto il mondo) e avviammo un progetto di censimento, salvaguardia e sistemazione dei materiali custoditi nei suoi molteplici depositi aziendali.Partecipai direttamente e attivamente all'opera , sin dall'inizio  fino alla sua conclusione  che fu nel  1994 ,  quando la proprietà passò alla HDP, (GEMINA, MEDIOBANCA).

      HDP holding finanziaria  aveva ben  altri interessi,  assai distanti dalla storia collettiva e così rinunciò alla conservazione della memoria. La brusca interruzione del progetto comportò, oltre al mancato completamento della prevista stesura definitiva degli elenchi, anche il mio allontanamento dal progetto, con l’affidamento di altre mansioni all'interno dell’azienda stessa.

      Prima di questo evento, mi dedicai al salvataggio della molta documentazione rimasta, che sarebbe andata dispersa, o,peggio ancora, distrutta, inventariando e inscatolando velocemente più materiale possibile. Nel  contempo  cercai aiuti e suggerimenti  per poter proseguire  il progetto  e mi rivolsi a numerose Associazioni, Enti ,Fondazioni e Sindacati ma nessuno riuscì a modificare la situazione. Tentai allora una vertenza  individuale sindacale e legale attraverso la Magistratura del Lavoro a tutti i livelli, compreso la Cassazione), ma neanche questa via non servì allo scopo.

      Fu così che, in vista di una ennesima ristrutturazione e per impedire eventuali rischi di sovrapposizione della memoria storica delle due istituzioni  G.F.T. e H.D.P.,  che andranno a succedersi l’una all'altra,  si decise di trasferire un po'alla volta l’Archivio del GFT presso l’Archivio di Stato di Torino, avvalendosi del DPR 1409 del 30 settembre 1963.  

      Tale Archivio Aveva una consistenza di oltre 1000 mt. lineari e l'avevo suddiviso in tre filoni principali:

1.    GESTIONE AZIENDALE

2.    PUBBLICITÀ e COMUNICAZIONE ,

3.    PRODOTTO 

I  Fondi Archivistici  ( più di 250) erano,  a loro volta ,  suddivisi inserzioni e raggruppavano circa 6800/7000 unità ( scatole,buste, registri e faldoni di documentazione cartacea, gestionale,materiale pubblicitario e iconografico, stampati, brochures , manifesti,riviste, fotografie, filmati e video).  Vi è pure una significativa raccolta riferita al PRODOTTO TESSILE   con campionari e cartelle  tessuti, schede di lavorazione e disegni di figurini di molte collezioni.

      Il  Comitato Scientifico, presieduto da Marco Rivetti, era composto da Anna Martina, Roberto Balma, Giancarlo Sivornino e la sottoscritta per il G.F.T., mentre  lo storico d'impresa Giuseppe Berta (docente  di storia economica  Università Bocconi di Milano )insieme a  Elsa Golzio Aimone (docente di moda e costume) e Grazietta Butazzi   (storica del costume)  erano consulenti esterni.

      I criteri  che adottai per la raccolta, selezione e scarto dei materiali eccedenti furono un mix fra esigenze aziendali (funzionali al collegamento tra archivio storico e archivio corrente)e  criteri pubblici, dal momento che sin dall’inizio era molto chiaro che l’Archivio sarebbe diventato un bene pubblico. Tali criteri sono poi stati rivisti ed adattati man mano che si presentavano problemi di conservazione e fruibilità dei documenti.

Alla rigidità selettiva dello scarto ho preferito conservare in eccesso piuttosto che distruggere materiale; ad esempio si è deciso di tenere, ove possibile,   tre copie dello stesso soggetto per stampati e manifesti in modo da preservare la copia d’archivio, nel caso di prestiti per pubblicazioni,esposizioni e mostre.

 

Per lo studio dei criteri  e la vicenda storia dell'Archivio Storico GFTI cfr.  anche :

Le cause legali nei tre livelli giudiziari

1°   -  BONINO Jolanda ,assistita da avvocata Maria BRAGGION    

contro      GFT Spa , Avvocata  Maria Grazia SUCCI e avv. Maurizio DE LAFOREST

10-04-1997-  PRETURA CIRCONDARIALE di Torino-sezione Lavoro  - Pretora CLOTILDE FIERRO -sentenza 2602 del  25-297 depositata il10-4-1997- Torino - causa n. 3783/96 RGL

2°  - GFT contro BONINO Jolanda -  Tribunale di Torino Sezione Lavoro      19 giugno 1997 Torino - 732/97  81/82 RGL (avv.ti Maria Braggion e Maurizio De La Forest) sentenza  n. 3962 del 17-08-1999 RG 732/97

3° - BONINO Jolanda (avv. Roberto Muggia)  contro GFT (avv.to Rinaldo Geremia) CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE  - sentenza n. 7364/01 RN 22218/99 Cron 17017Ud. 02/04/01

alcune mie pubblicazioni su GFT e la sua storia:

·     L'archivio Storico del Gruppo GFT  Spa di Torino in ARCHIVI E IMPRESE n. 16 FONDAZIONE ASSI  Storia e Studi sull'impresa,  IL MULINO Anno VIII, Bologna,dicembre 997

·     GFT Isola felice? in LA REPUBBLICA, Rubrica Lettere, Torino,25-07-1990

·     Il caso GFT in Quaderni del Lavoro n. 2, La Consigliera diParitàProvinciale, Torino 2004

·     Carmen Casapieri, frammenti di vita, Profilo di una sindacalista di frontiera Lupieri Editore,  , novembre 2005 -

 

 

Joanda Bonino   Archivio Storico Gruppo Finanziario Tessilele

ARDP (Archiviodelle Donne in Piemonte)

Torino, 20novembre 2014




permalink | inviato da elettrarossa il 30/11/2014 alle 19:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

30 novembre 2014

TURIN ITALY - storie di donne del Gruppo Finanziario Tessile

INVITO per   Sabato 22 novembre 2014 h 17  

Raccontare il lavoro: storie di donne nel Gruppo Finanziario Tessile

Circoscrizione 6- Sala Colonne – Cascina Marchesa

Corso Vercelli 141 Torino ITALY  

L'iniziativa,realizzata con il contributo del Settore Promozione delle Attività Culturali e del patrimonio Culturale e Linguistico della Regione Piemonte e con il patrocinio della Circoscrizione 6 della Città di Torino, mette al centro i percorsi e la memoria delle donne che hanno attraversato la parabola di una delle maggiori industrie tessili sulla scena nazionale e internazionale del dopoguerra, il Gruppo Finanziario Tessile. Un'esperienza che ha influenzato la storia internazionale del lavoro, della moda, del costume e soprattutto delle donne,che hanno rappresentato l’80% delle sue maestranze. Le donne con le loro competenze sartoriali, e non solo, hanno costituito l’anima  di un’industria che ha trasformato il modo di vestire a livello nazionale e internazionale e sono state il soggetto principale delle trasformazioni della società italiana nel lungo dopo guerra. Si tratta di una memoria poco valorizzata e che rischia, mano amano che ci si allontana nel tempo, di andare dispersa.

I materiali presentati nascono dalla raccolta di interviste ad ex lavoratrici promossa dall'Archivio delle Donne in Piemonte nel corso dell'ultimo anno. Tale lavoro ha coinvolto e restituito la parola a trenta donne di generazioni e collocazioni professionali diverse ed ha permesso di ricostruire un arco storico-temporale che va dal dopoguerra alla chiusura dell'azienda.

Grazie al dialogo tra parole e immagini non solo si vogliono ripercorrere le storie di operaie,di impiegate e di dirigenti, ma si vuol dare testimonianza viva di tutti quei processi di trasformazione sociale di cui la fabbrica è stata per anni la culla.La lettura dei brani sarà a cura delle attrici Vesna Scepanovic e Irene Zagrebelsky e si alternerà alla proiezione di immagini e video.   

 

INFO: ardp_2006@libero.it– tel 333.866347 Liliana Ellena www.archiviodonnepiemonte.it 

Jolanda Bonino Archivio storico Gruppo Finanziario Tessile di Torino  - tel 339 4111700

Torino 19 novembre 2014




permalink | inviato da elettrarossa il 30/11/2014 alle 17:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

30 novembre 2014

ITALY TURIN - LE DONNE DEL GFT si RACCONTANO

 L'ARDP   Archivio delle Donne in Piemonte presenta  SABATO    22 novembre 2014  presso CASCINA LA MARCHESA -Circ 6 -  Corso Vercelli 141 Torino -  " RACCONTARE IL LAVORO  - STORIE DI DONNE  nel GRUPPO FINANZIARIO TESSILE

                      Molte donne del GFT , espulse dall'azienda  in vari momenti di crisi e di decadenza,  come l'ultima fase vissuta nel  GRUPPO FINANZIARIO TESSILE estinto definitivamente una decina di anni fa', raccontano le loro straordinarie STORIE  PERSONALI , intrecciate  alla storia aziendale,  sociale, sindacale politica e storia della comunicazione e immagine.

                La storia del GFT è' una storia , unica e irripetibile che tesse  storie di  vita di molte donne, uomini, famiglie imprenditoriali ma soprattutto FAMIGLIE di LAVORATRICI e LAVORATORI  che hanno sperimentato condizioni e modalità di lavoro differenti dal modello tradizionale e che hanno vissuto l’entusiasmo del boom economico  ma anche la sofferenza e la disperazione dovuta alle pesanti crisi  sociali, alle congiunture   del settore tessile-abbigliamento e soprattutto al  crollo e  disfacimento progressivo del GRUPPO FINANZIARIO TESSILE 

        La storia non è solo  il frutto di fonti scritte ,  documentazione varia,  grafica e iconografica,anche le  fonti orali ( interviste e testimonianze) conferiscono attendibilità scientifica . La storia orale (oral history ) documenta ed è in grado di  completare buchi sconosciuti,   periodi oscuri o poco chiari e la storia di genere è  ormai ritenuta  fondamentale perchè  la VOCE delle donne  può dare una grande visibilità alla   ricostruzione di eventi del passato.

        In questo senso  , l'Archivio delle Donne in Piemonte ,  offre, nel caso della "vicenda GFT Gruppo Finanziario Tessile" un significativo contributo al rinnovamento ella storia sociale.              

vedere anche

 http://www.archiviodonnepiemonte.it/?page_id=774     generale

http://www.archiviodonnepiemonte.it/?page_id=49   jolandabonino

http://www.cr.piemonte.it/attivita/comunicati/2007/05_maggio_2007/pdf/programma_convegno_archivio.pdf

       http://www.archiviodonnepiemonte.it/wp-content/uploads/2011/01/scansione0005.jpg

Jolanda Bonino

Archivio storico ex Gruppo GFT Gruppo Finanziario Tessile

ARDP   Archivio delle Donne in Piemonte

 

Torino,17  novembre 2014

sfoglia
ottobre   <<  1 | 2  >>   gennaio